Monday, January 29, 2007

La macchinetta delle bibite

Ti trovi in america e la bibita che stai bevendo sta per finire. Cosa fai? Ne ordini un'altra o...vai alla macchinetta e riempi il bicchiere ancora? In america la risposta e': riempi il bicchiere.
Nei ristoranti americani non ordini la bibita ma l'unica cosa per cui devi chiedere (e pagare) e' la grandezza del bicchiere (piccolo, medio o grande; che tradotto in italiano e': medio, grande o gigante). Poi vai alla macchinetta delle bibite e, dopo aver preso il ghiaccio (una cosa santa qui) scegli la bibita tra quelle disponibili. Ti siedi al tavolo e quando finisce vai a riprenderne ancora.
Una cosa che un americano fa naturalmente e' riempire il bicchire prima di uscire e portarselo in giro con lui.

Il distributore di matite e quaderni

Nelle scuola americane molte volte c'e' un distributore di matite e quaderni. Inserisci la moneta e ... non hai piu' problemi con il prof che ti ha chiesto di comprare un quaderno ma ti sei scordato ho, per qualche motivo, non hai potuto.

Interstate



Sunday, January 28, 2007

Cuyahoga Falls for show choir competition

Sabato 27 e domenica 28 gennaio sono stato a Cuyahoga Falls, Ohio (vicino Cleveland) per participare ad una competizione con lo Show Choir. La competizione non era mai stata vinta prima d'ora dallo show choir della mia scuola, ma quest'anno ce l'abbiamo fatta! Abbiamo preso medaglie e trofei vari, anche quello per la migliore band. Dato che era lontano, abbiamo passato la notte in un hotel vicino e poi il giorno dopo siamo ripartiti. 4 ore di pulman e...un'altra volta a scuola. Dopo aver pulito il pulman e scaricato gli stumenti e le attrezzature varie dal furgone, siamo stati finalmente liberi di tornare a casa.























Tuesday, January 23, 2007

The Second Semester

La scorsa settimana il primo semestre si e' concluso. Questa e' la specie di pagella che ti danno (niente colloqui con i genitori se non necessario).
From The Second Se...

Ho: B in pre-calcolo (matematica), A in storia americana, A in teoria musicale e A in educazione fisica. Il sistema usato qui e' il seguente: A=93-100% B=85-92% C=75-84% D=65-74% e cosi' via fino ad F.

Il secondo semestre e' iniziato oggi. Sono cambiate tutte le materie e le classi e...si vedra' come andra.
Il primo blocco ho "Business e Management/Entrepreneurship". In poche parole ti insegna a fare soldi. Lo scopo del corso e' insegnare a fare il manager o il proprietario di un business. Durante il corso, ogni studente dovra' creare una business immaginario e gestirlo (negozio, ditta, ecc...). Prima di ogni lezione dobbiamo leggere un articolo di business online e scrivere un riassunto in modo da sapere sempre cosa succede nel mondo del business. Sembra interessante.
La seconda classe e' "AP Physics" (Advanced Program of Physic). Questo corso dovrebbe essere il piu' difficile che faccio. Il livello di insegnamento e' quello universitario. A scuola ci sono queste materie chiamate AP che ti fatto fare corsi universitari, e se li superi con successo, l'universita' dove andrai non ti fara' fare quei corsi. Cosi' guadagni tempo e soldi. Per esempio se torno all'universita' qui non dovro' fare una fisica, o una parte del corso.
La terza classe e' inglese. Riguardo a questa non sono molto contento, ma devo farla perche' e' una delle materie obbligatorie insieme a storia. Non mi sono mai piaciute le materie letterarie e questa insegnante ha detto che fara' leggere libri e scrivere un sacco! Apparte questa preoccupazione, dovrebbe andare bene.
La quarta classe e' "20 21 Century". In pratica e' una classe dove si studia la storia dal 1900 alla guerra del Vietnam.
Ogni insegnante in America e' il padrone della classe dove insegna. Ogni insegnante mette le regole. E ogni classe e' come la casa dell'insignante: ci sono foto della famiglia e roba varia. Il prof di storia, per esempio, ci fa ascoltare la musica dall'mp3 player se non ci piace il cd che mette dal computer. In pratica gli piace la musica e quando finisce a spiegare, accende le casse ... e go! Questo prof nella sua classe ha anche un frigorifero, uno di quelli piccoli, dove tiene delle bibite e non so che altro. Ovviamente si puo bere e mangiare ma, se si sporca e non si pulisce, sono guai. Classe che vai, regole che trovi. Ogni insegnate oggi ci ha dato le regole della classe e le ha lette e spiegate.
Rispetto al primo semestre, questo sara' piu' impegnativo sara' ma ... I'll be fine (I hope!).

Sunday, January 21, 2007

Video dello show choir

Questo video mostra un'esibizione dello show choir risalente all'anno scorso.
Buona visione!

Portsmouth, Ohio, for competition with show choir

Ieri, jan 20 2007, siamo andati con lo show choir a Portsmouth, Ohio, per una competizione. Partenza ore 8.00am. La competizione si teneva nel teatro della sede universitaria. Cosa mi e' piaciuto dell'universita'? La caffetteria (la mensa). perche? perche' con soli 5$ potevi prendere quanto cibo volevi, ed era anche abbastanza buono. Poi la competizione. Abbiamo vinto, quindi e' andata bene. Poi...cena: un'altro locale a buffet; questa volta 7$. Poi a casa verso le 9.30pm.



Friday, January 19, 2007

Spaghetti all'amatriciana

Questi sono gli spaghetti all'amatriciana che ho cucinato seguendo la ricetta della mamma. Come sembrano? A me sono piaciuti. Sicuro molto meglio del McDonald.


From Spaghetti all...

Tuesday, January 16, 2007

La matita in America

Stavo facendo i compiti e sulle istruzioni e' scritto:
1) a pencil is required for the essay (=una matita e' necessaria per la prova)
2) an essay written in ink will recieve a score zero (una prova scritta con l'inchiostro, quindi con la penna, non ricevera' alcun punto)

Cosi' ho pensato di scrivere questo articolo...

Quando ho iniziato la scuola qui in America scrivevo come ero scrivere in Italia, solo e rigorosamente con la penna. Ho fatto cosi' fino a quando non mi hanno chiesto perche' usassi la penna. Da quel momento ho capito che ero l'unico ad usare la penna in classe. Tutti usano la matita per fare compiti in classe, compiti, appunti, ecc... La penna non ha senso per loro: macchia e non si cancella. Cosi' ho comprato un pacco di matite!
Quindi, se venite in America, ricordate di portare una matita con voi.

Sunday, January 14, 2007

I pledge alliance...

Questo e' quello che diciamo ogni giorno a scuola prima di iniziare.
Ci alziamo in piedi e con la mano sul cuore diciamo:

I pledge allegiance to the Flag of the United States of America, and to the Republic for which it stands, one Nation under God, indivisible, with liberty and justice for all.


tradotto: prometto alleanza alla bandiera degli stati uniti d'america, e alla sua republica, una nazione sotto dio, indivisibile, con liberta' e giustizia per tutti.

Saturday, January 13, 2007

Un'altro video di michael

Videos

Questi sono alcuni video che non ho mai postato su questo blog perche' non lo avevo. Sono video risalenti ad agosto. Buona visione!

-Band Camp


-New York con la WEP




-Strade del West Virginia


Bowling

(girate la testa)

American Fire Truck

Hockey at school

Ho fatto questo video mentre stavamo giocando ad hockey in PE, physical education (ginnastica).

Try-out for All-State Band

Lo scorso sabato, prima di andare al dinner theater, sono andato a fare un'audizione. Mi sono svegliato alle 6.15. Una ragazza che doveva fare l'audizione al mio stesso orario mi e' passata a prendere e siamo andati a Charleston, la capitale del West Virginia, che e' a circa 20 min da qui'. L'audione consisteva nel: suonare delle scale, suonare un pezzo a prima vista, suonare 2 esercizi tratti da alcuni libri e suonare un pezzo solistico. Tempo della mia audizione: circa 10 minuti. Qualche giorno fa ho saputo i risultati: ho passato l'audizione!
From Audizione per...


Nella foto ci sono i punteggi. Sono arrivato terzo su 58 trombonisti in tutto il West Virginia, lo stato dove vivo. Nella mia scuola hanno provato circa 10 persone e solo 4 (incluso me) hanno passato l'audizione. Migliai di persone hanno fatto questa audizione e essere terzi e' piu' che buono. Sono andato a finire anche sulla televisione della scuola.
Cosa si vince? Facendo vedere questo pezzo di carta in America, tutti sanno che sai suonare. E poi ci sono 3 giorni da qualche parte in West Virginia verso Marzo. Hotel pagato, prove tutti i gioni e concerto finale con tutti i ragazzi che hanno passato l'audizione.

Tuesday, January 09, 2007

La chiesa di Tobias

Questa e' la chiesa di Tobias. Ho postato questa foto solo per farvi vedere un'altra chiesa americana.

From Tobias's Church

Michael che gioca con la Ferrari ricevuta per natale

Dinner Theater with Show Choir

Il Dinner Theater e' in poche parole un modo di fare un po' di soldi prima delle cmpetizioni. Andare al Dinner Theater costa 15$ a persona; e' compreso un pasto e lo spettacolo dello show choir. Ogni membro dello show choir si deve attivare per lavorare il piu' possibbile nel miglior modo possibile (questo e' quello che ti dicono di fare). Cosi' mi e' toccato lavorare per 3 giorni! Il dinner teather per me si svolgeva cosi: prima prove, poi, vestito da cameriere (anche con la targetta con il mio nome scritto male: georgio), dovevo servire il pasto, sorridere e parlare con le persone al mio tavolo, essere cordiale e servire tutto quello che veniva richiesto. Dopo aver servito la torta (non e' che fosse tutto questo speciale il cibo servito ma loro era contenti cosi') mi dovevo cambiare e vestire per lo spettacolo. Poi dovevo scaldare lo strumento e essere pronto per iniziare lo show. Poi infine lo show. Applausi e poi...rimetti tutto a posto. E' stato incredibile vedere quanta gente (pagante) e' venuta: abbiamo avuto circa 300 persone per volta(max 400 sabato sera).Ogni pasto siamo a riusciti a guadagnare circa 1400$ solo con le mance (una cosa santa in america) e poi nei prossimi giorni ci faranno sapere quanto abbiamo guadagnato in totale. Lo show choir e' campione nazionale del West Virginia, cosi' anche alla tv locale e alla radio hanno parlato di questo evento.





Monday, January 01, 2007

New Year's Eve

Ho passato il capodanno a casa di Elizabeth. Ovviamente la loro tradizione non prevede cibo in abbondaza e spari. La loro tradizione e': puoi fare quello che ti pare, guardi la TV per vedere la famosa palla che scende a Times Square, New York, e poi continui a fare quello che ti pare. Cosi' mi sono impegnato e ho cercato di non rimanere senza cibo. La famiglia di Elizabeth ha cucinato la cena. Poi verso le 10.30 mi sono messo a cucinare delle pennette all'arrabbiata con ingredienti che sono riuscito a trovare al Wallmart, forse il piu' famoso supermercato americano (e anche il piu' economico). Trovare gli ingredienti non e' stato facile, dato che non volevo che niente fosse "low fat" (a basso contenuto di grassi), precotto o cose del genere. Ho cercato anche di comprare cose simili a quelle che usiamo noi: ho preso la pasta Barilla (abbastanza uguale), un sugo normale (di solito comprano i sugi con tutti gli altri ingredieti gia' pronti da aggiungere alla pasta prima di mettere il tutto nel microonde) e ho trovato anche la nutella, niente a che fare con la ricetta ma ho dovuto comprarla. Guardare le foto per vedere il risultato.